Quali lavasciuga fanno risparmiare di più

Quanto contano le dimensioni di una lavasciuga nella valutazione del migliore modello da acquistare? Partiamo subito col dire che non è dalle misure che si valuta la qualità di un elettrodomestico, ma le misure sono importantissime per scegliere quella che meglio si adatta agli spazi domestici del bagno, della cucina o del vano lavanderie. Ogni casa ha spazi diversi e a sé e quando arriva una new entry non sempre trova posto, quindi è sempre da considerare a priori dove metterla e armarsi di metro per non sbagliare le dimensioni.

Chi non ha problemi di spazio potrà permettersi una lavasciuga più ingombrante che sicuramente avrà una capacità maggiore dando la possibilità all’utente di trattare bucati più voluminosi, al contrario chi vive in case piccole dovrà ritagliare uno spazietto per il nuovo elettrodomestico, potendo orientarsi sui modelli ‘slim’.  Mentre, però, per lavatrici e asciugatrici esistono in commercio modelli con carica dall’alto, per le lavasciuga questa alternativa non c’è, pertanto si dovrà fare attenzione allo spazio che serve per l’apertura dello sportello frontale per non ritrovarsi poi in situazioni che non ne permettono l’utilizzo. Di solito, i punti deputati ad ospitare la lavasciuga sono la cucina e il bagno, a meno che non si abbia la fortuna di disporre di una stanza adibita a lavanderia. Se si prendono le dovute misure si potrà trovare un ‘buco’ dove metterla, data l’utilità di questo elettrodomestico che lava e asciuga racchiudendo le funzioni di due apparecchi distinti. Altro fattore basilare da prendere in esame è rappresentato dai consumi energetici, che possono incidere in bolletta in base agli sprechi di acqua e corrente.

Anche qui dipende dagli utilizzi e dalla loro frequenza, se si pensa di doverla usare a intervalli più frequenti, meglio orientarsi sui modelli di fascia A o su quelli ‘eco’ progettati proprio con un occhio al risparmio. Buoni anche gli ultimi modelli a pompa di calore, i cui top di gamma si possono visualizzare su www.lavasciugamigliore.it, che sfruttano le basse temperature nel ciclo di asciugatura portando a risparmi tangibili. In un’ottica ‘anti spreco’ basterà fare due più due calcolando il prezzo iniziale e i consumi presunti per scegliere il modello più virtuoso. Meglio la lavasciuga o l’asciugatrice