L’uso dell’elettrostimolatore per la cura della tendinite

I tendini hanno l’onere di andare a legare i muscoli alle ossa e sono, dunque capaci di poter trasformare in movimento la forza che deriva dalla contrazione. Si tratta di strutture fibrose abbastanza importanti e che col passare del tempo potranno subire un processo infiammatorio, detto proprio tendinite.

La tendinite cos’è?

Per la cura della tendinite, ci sono tanti prodotti abbastanza affidabili, con l’elettrostimolazione sarà dunque possible occuparsi anche soltanto del dolore generato dalla tendinite.
Grazie agli elettrostimolatori Tens che vanno a stimolare le fibre nervose riuscendo in questo modo ad alleviare il disturbo per ciò che concerne la sua parte dolorosa. Il cessare del dolore non vuol dire che si sia guariti.

La tendinite è un tipo di disturbo fisico che insorge successivamente a numerosi microtraumi. Di solito la causa maggiormente comune concerne un sovrallenamento oppure un cambio di allenamento da parte dell’atleta. In realtà, la tendinite non è relativa soltanto a chi già è allenato. Anche i sedentari possono essere a rischio perché se da una normalissima vita si passa ad una colma di allenamenti oppure di sforzi fisici, rischieranno di esser soggetti alla tendinopatia.
Il dolore localizzato proprio laddove c’è la sede anatomica del tendine, comparirà oppure scomparirà a seconda dello sforzo che coinvolgerà il tendine. E se il tendine sarà debole potrà anche essere soggetto ad un’eventuale lesione.
Ecco nel dettaglio, le cause maggiormente frequenti che possono portare alla tendinopatia:

-sovrallenamento, succede quando si tende ad esagerare con l’intensità ed anche la frequenza degli allenamenti;
-riscaldamento inadeguato, il riscaldamento in qualunque attività fisica è importante;
-tempestiva ripresa degli allenamenti in seguito un infortunio;
-corsa su inadeguati terreni, si tratta di superfici scivolose, sconnesse oppure soffici;
-posture scorrette;

-mancanza di equilibrio fra la resistenza tendinea ed anche la forza muscolare, questo in particolare in chi assumerà gli steroidi anabolizzanti;
-abbigliamento inadeguato;

-esercizi eseguiti in maniera scorretta;

-eventuali iniezioni di corticosteroidi.

L’elettrostimolatore in generale è quindi progettato soprattutto per poter assicurare un’azione lenitiva per andare a contrastare i dolori muscolari ed articolari così da poter evitare oppure coadiuvare l’utilizzo dei farmaci nel trattamento dei vari disturbi.

Tale tipologia di prodotto difatti, è finalizzato a  poter garantire un’azione efficace di elettrostimolazione nervosa transcutanea oltre che muscolare e allora si potrebbe rivelare particolarmente utile per chi ha purtroppo subito traumi muscolari ed articolari successivamente ad incidenti, oppure per  poter ridare tono muscolare a persone anziane oppure a pazienti che magari sono costretti all’immobilità. Cliccare su www.sceltaelettrostimolatore.it per altre informazioni.