A incasso o a libera installazione? Il dilemma delle lavastoviglie di ultima generazione

Quando si tratta di acquistare una nuova lavastoviglie uno dei maggiori dilemmi che si pone nella scelta è se comprare un modello a libera installazione, incorporato da incasso a scomparsa o a semi-incasso con il frontale ben in vista. Le più comuni sono le lavastoviglie a libera installazione, per quanto i modelli da incasso stiano recuperando terreno grazie alla tendenza di modulare i pezzi della cucina componibile. Fra le lavastoviglie in commercio l’impresa è trovare la più adatta alle proprie esigenze che si adatti meglio alla propria cucina, se visibile o a scomparsa. Non ultimo, bisognerà trovarne una che corrisponda al proprio budget. A differenza dei modelli integrati, le lavastoviglie a libera installazione sono trasportabili anche in altre aree della casa, non essendo modelli integrati, tutto sta a trovare una tipologia che si intoni al resto per non dare l’effetto di un pugno in un occhio magari per una tonalità stonata o perché mal si concilia con lo stile della cucina.  

Fra le lavastoviglie a libera installazione, le più popolari sono le Bosch, Beko, Indesit ed altri brand più o meno storici.  Diversamente, i modelli integrati sono progettati per essere incorporate nelle cucine componibili. L’intero pannello frontale della lavastoviglie è nascosto dietro dei pannelli da cucina. Di conseguenza, non si sarà in grado di monitorare quanto tempo rimane a fine ciclo, a colpo d’occhio, anche se alcuni produttori hanno previsto anche questo aggirando l’ostacolo con modelli di fascia alta in grado di proiettare una luce o addirittura il tempo residuo sul pavimento.

Questi modelli non sono assolutamente invasivi e si integrano completamente nel corpo della cucina, occultati da un pannello, il risultato è dei migliori dal punto di vista estetico, in quanto non altera in alcun modo l’equilibrio dell’arredo domestico. In altri termini, la macchina c’è, ma non si vede, pur essendo sempre pronta a svolgere il suo servizio, consentendo di vedere comunque, grazie a queste tecnologie avanzate, lo stato di avanzamento del lavaggio, per quanto resti invisibile. Lo svantaggio più ‘antipatico’ di questi tipi di lavastoviglie a incasso è che molto spesso sono più costose dei modelli a libera installazione.